Contenuto riservato agli abbonati

In Veneto il vaccino salva 300 vite al mese. La mortalità è tornata ai livelli pre-Covid

Un reparto di terapia intensiva

I dati dell’Istat sui decessi nel 2021 confrontati con il primo anno della pandemia: ci sono stati meno lutti.  Dopo l’impennata di gennaio l’appiattimento in primavera

PADOVA. Un effetto chiaro, un inversione di rotta netta: la campagna vaccinale ha ridotto il numero di morti in Veneto. E rispetto all’annus horribilis, il 2020, la catena di lutti dovuta al Coronavirus si è interrotta. E tutto ciò nonostante la maggiore aggressività delle varianti (prima quella inglese e poi la Delta) che hanno aumentato i contagi in tutta la Regione.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi