Contenuto riservato agli abbonati

Padova, operazione “Candidopoli”, in lista candidati a loro insaputa: sette misure cautelari, nei guai il movimento politico l’Altra Italia

Secondo l’accusa presentavano le loro liste in Comuni con un solo gruppo avversario, in modo da garantirsi l'elezione sicura almeno in minoranza. Per farlo, inserivano in lista soggetti ignari della candidatura, ovviamente falsificando firme e documentazioni

PADOVA. Presentavano le loro liste in Comuni con un solo gruppo avversario, in modo da garantirsi l'elezione sicura almeno in minoranza.

Per farlo, inserivano in lista soggetti ignari della candidatura, ovviamente falsificando firme e documentazioni.

Questi venivano dunque eletti senza saperlo.

Era questo il meccanismo del gruppo L'Altra Italia, movimento nazionale di destra, che nel 2019 ha presentato liste anche alle elezioni amministrative di Barbona e Vighizzolo d'Este, nel Padovano. 

I

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi