Grafica Veneta, obbligo di dimora revocato dal giudice: liberi i due manager

Cancellate tutte le misure a carico di Bertan e Pinton. La vicenda riguarda l’accusa di sfruttamento di manodopera

PADOVA. «I due dirigenti di Grafica Veneta sono ora completamente liberi». Lo afferma Fabio Pinelli, legale di Grafica Veneta, in riferimento alla posizione di Giorgio Bertan e Giampaolo Pinton, amministratore delegato e direttore di area tecnica dell’azienda di Trebaseleghe. La vicenda è ben nota e riguarda l’accusa di sfruttamento di manodopera all’interno di Grafica Veneta, che ha visto vittime almeno 11 lavoratori pakistani della BM Service (vincitrice di un appalto), impiegati con orari massacranti e paghe minime nell’inscatolamento e nell’etichettatura dei libri stampati dall’azienda.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi