Contenuto riservato agli abbonati

Il Tar concede il bis: Pavoncelle salvate dai cacciatori veneti. Enpa e Wwf esultano

Le associazioni ambientaliste scrivono al premier Draghi: «Commissariare le Regioni che autorizzano le preaperture»

VENEZIA. Le tortore e anche le pavoncelle sono salve: i cacciatori non le potranno abbattere nei loro raid tra le botti nascoste nelle barene e i canneti della laguna tra Caorle, Campagna Lupia, Codevigo e il delta del Po. Si parte domani, primo settembre, con le prove generali ma l’esercito delle doppiette che in Veneto ha in Sergio Berlato, eurodeputato FdI, il “generale” più famoso ha incassato due sonore sconfitte nelle aule del Tar.

I

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi