Noi / Una questione di impegno

Una spettacolare definizione di impegno l’ha data di recente non un filosofo, ma un atleta,  dopo aver vinto una delle gare più importanti della storia dello sport italiano. Filippo Tortu, oro olimpico nella 4x100, ha raccontato l’impegno come “il brusio che ti tiene sveglio la notte”

I nostri giornali in Veneto hanno usato una parola per duecentoventidue volte negli ultimi sette giorni. È la parola impegno. Questo articolo contribuirà a far salire la quota.

Impegno è  un vocabolo trasversale, non ama i recinti. L’abbiamo adoperato in contesti davvero differenti tra loro. Esempi: un programma di fondi agevolati per le imprese a Longarone, colture ecostenibili nella lavorazione dello zucchero a Pontelongo, il trasferimento di Lionel Messi da Barcellona a Parigi, il ruolo di Emergency sul territorio, premi  scolastici a Montebelluna,  ritratti di un’artista di Mirano che raffigura donne uccise. In quante cose possiamo impegnarci?

Rispettare  se stessi, dando il massimo,  è un valore di per sé.  Prescinde dall’esito finale dei nostri sacrifici; non è sempre una questione di verdetto, in un certo senso conta di più il percorso.

Una spettacolare definizione di impegno l’ha data di recente non un filosofo, ma un atleta,  dopo aver vinto una  delle gare più importanti della storia dello sport italiano. Filippo Tortu, oro olimpico nella 4x100,  ha raccontato l’impegno come “il brusio che ti tiene sveglio la notte”.  L’ha definito anche “la sveglia che ogni mattina ti fa alzare dal letto con un obiettivo da raggiungere”. Non sono frasi bellissime?

Il generale Francesco Paolo Figliuolo,  commissario tecnico della nostra  gara contro il Covid,  insegue l’obiettivo dell’80% della popolazione immunizzata entro fine settembre; sono 54,3 milioni di italiani, compresi i ragazzini di 12-15 anni, e Figliuolo  sostiene che la soglia sia  possibile. 

Tortu ha fatto una gran rimonta sul rettilineo finale, magari riesce pure a noi. Se fossi qualcuno che conta a Roma, al ministero della Salute e al Coni, abbinerei ai nostri sprinter un messaggio: correte a vaccinarvi. Del resto ognuno può correre verso qualcosa. È una questione di impegno.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi