Contenuto riservato agli abbonati

Epsilon, la nuova variante Covid che spaventa: cosa ne sappiamo finora

Riproduzione grafica della proteina spike del sars-CoV-2 (foto Agf) 

Uno studio pubblicato sulla rivista Science la descrive come resistente sia agli anticorpi generati dai vaccini a Rna messaggero sia a quelli generati dall'infezione da virus SarsCoV2. Al momento è poco diffusa in Europa

VENEZIA. Dopo la variante Delta, c’è una nuova variante del Covid-19 che sta destando preoccupazione negli ambienti scientifici, con allarmi che circolano in rete e che la descrivono come capace di resistere anche ai vaccini. Viene chiamata variante Epsilon ed è ormai diffusa in poco meno di 50 Paesi.

La Epsilon si presenta con un bagaglio di mutazioni che l'ha fatta entrare nel gruppo delle varianti del virus SarsCoV2 che destano preoccupazione, le cosiddette Voc (Variants of concern).

A

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Tumori. Le nuove frontiere della biopsia liquida: a caccia di esosomi per identificare metastasi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi