Carpisce la fiducia di una donna ultranovantenne e le porta via 750 mila euro

La guardia di finanza arresta un ex intermediario finanziario. Ha azzerato tutti i conti della cliente

VENEZIA. Un ex intermediario finanziario polesano è stato arrestato dalla Guardia di Finanza  per aver, in maniera fraudolenta, sottratto nel corso degli anni quasi 750mila euro ad una donna veneta ultra novantenne.

Le indagini sono state avviate dalla denuncia di un familiare della vittima insospettito dell'anomala gestione del patrimonio della parente e dal fatto che non vi era la benché minima rendicontazione.

I finanzieri hanno così appurato che l'indagato, dopo aver acquisito la totale fiducia della malcapitata, prima come dipendente di una banca e in seguito come intermediario finanziario, anche dopo la sua cancellazione dall'albo, attraverso svariate operazioni bancarie (come bonifici online, giroconti effettuati in favore di società estere e prelievi di contante dalla carta bancomat) era riuscito ad azzerare i depositi bancari della donna.

Le indagini hanno poi portato a scoprire che una una parte considerevole dei beni finanziari dell'anziana erano stati intestati all'indagato, mentre la restante parte era stata invece destinata a delle teste di legno estere.

Video del giorno

Agrigento, l'appello dal letto di ospedale di una no-vax pentita: "Ho sbagliato, vaccinatevi tutti"

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi