Contenuto riservato agli abbonati

Traffico di rifiuti con frode da 300 milioni di euro: ecco i nomi dei 5 arrestati, abitano tra il portogruarese e Jesolo

L’operazione “Via della seta” è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Pordenone con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia della Procura di Trieste. Secondo l’accusa 150 milioni erano stati trasferiti nella banche del Paese asiatico

TRIESTE. La Via della Seta arriva a Trieste anche sotto nuove vesti: quelle della criminalità organizzata e di un inedito sodalizio tra Italia e Cina, con un anello di congiunzione strategico nei Balcani, in particolare in Slovenia e Repubblica Ceca.

Tutto questo ha una vita in un «doppio giro vorticoso di nero, messo in atto da due organizzazioni criminali complementari, una italiana e una cinese, in modo nuovo e sorprendentemente sofisticato».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Il primo negozio fisico di abbigliamento di Amazon avrà un "guardaroba magico"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi