Contenuto riservato agli abbonati

Il piano sicurezza di Veneto Strade: con 90 milioni si curano 250 ponti

Vernizzi e De Berti: «L’obiettivo della Regione è prevenire. Ma qui da noi non esiste il rischio disastro come a Genova»

VENEZIA. L’incubo del disastro stile Genova non si aggira come uno spettro sul Veneto, ma per garantire la sicurezza di 249 ponti e viadotti malconci si dovranno investire 90 milioni di euro, 27 dei quali già stanziati dal bilancio della Regione. Il 40% delle strutture censite da Veneto Strade richiede interventi immediati, a partire dal ponte Limoni sull’Adige a Legnago, eroso dalle piene e quindi in cima alla lista delle priorità.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi