Covid, prima dose di vaccino per Sammy Basso

Il venticinquenne di Tezze sul Brenta diventato un simbolo della lotta contro le malattie rare: vaccinare le fasce a rischio della popolazione è il primo passo per uscire dalla situazione d’emergenza in cui versiamo: sono felice di avere fatto la mia parte poiché la vaccinazione è una protezione per me ma anche per chi mi circonda

VENEZIA. Sammy Basso, 25enne di Tezze sul Brenta (Vicenza), simbolo della lotta alle malattie rare e alla sindrome dell’invecchiamento precoce, fondatore dell'Associazione Italiana Progeria, ha ricevuto la sua prima dose di vaccino contro il Covid. Ne ha dato lui stesso notizia con un post pubblicato sui suoi social media.

"Oggi finalmente ho ricevuto la prima dose di vaccino contro il COVID-19! Nonostante la mia ormai ben nota paura incondizionata verso gli aghi, dietro la mascherina c’era un sorriso. Vaccinare le fasce a rischio della popolazione è il primo passo per uscire dalla situazione d’emergenza in cui versiamo: sono felice di avere fatto la mia parte poiché la vaccinazione è una protezione per me ma anche per chi mi circonda".

"Un grazie a tutti i medici, infermieri e organizzatori che stanno lavorando per far funzionare l’enorme macchina vaccinale, grazie a chi mi ha seguito oggi, e un grazie a Mara Andretta che le toccato l’arduo compito di pungermi!".

 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi