Covid, in Veneto superata la soglia degli 11 mila morti dall'inizio della pandemia

Il bollettino delle ore 17: migliorano gli altri indicatori, a cominciare dai ricoveri (meno 32 rispetto alle 8 del mattino) e dai nuovi contagiati (più 422, in flessione rispetto alla media quotidiana) 

VENEZIA. Nonostante la curva della pandemia inizi a mostrare segnali incoraggianti, con un calo della quota quotidiana di nuovi positivi, con le ultime vittime è stata superata la soglia degli 11 mila morti dall'inizio. Per la precisione - come si evince dal bollettino delle ore 17 della Regione Veneto - sono 11.008 le vittime da quel lontano 21 febbraio 2020, ormai quasi 14 mesi orsono, quando ci fu il primo di una lunghissima e purtroppo infinita serie di lutti, con la scomparsa di Adriano Trevisan, di Vo', il primo morto in Italia per il coronavirus.

Gli altri indicatori paiono in miglioramento: calano anche i ricoverati. «La situazione sembra aver preso una buona piega - ha commentato il presidente della Regione Luca Zaia - e se la curva delle intensive avesse un cambio di direzione sarebbe una novità, finora non è mai capitato un calo dei posti letto per poi ripartire velocemente. Non è finita - ha puntualizzato - perché nelle ultime 24 ore sono entrate 70 persone in ospedale. Possiamo affrontare il tema delle possibili riaperture, fermo restando che nel resto d'Italia non c'è la stessa nostra situazione».

Su questo tema, oggi c'è stato un incontro tra Zaia e rappresentanti della Fipe-Confcommercio, che a livello nazionale oggi ha organizzato una mobilitazione per chiedere certezze sul futuro. La questione riaperture si intreccia con quella della campagna vaccinale, con 331.539 persone che hanno completato il ciclo di immunizzazione, pari al 6,8% della popolazione. Le dosi somministrate hanno superato quota 1,2 milioni pari al 94,7 delle forniture disponibili. «Se non ci sono forze contrarie della natura - ha detto Zaia - entro questa settimana chiudiamo gli over 80, in tutto ne abbiamo ancora 56 mila da fare». Gli ultraottantenni in Veneto sono 358.540, di cui 100 mila allettati.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi