Covid, Zaia: riaperture? Oggi non ci sono le condizioni

Il presidente della Regione Veneto ospite a Piazza Pulita, su La7: vaccini, non abbiamo sufficienti dosi e così gi giriamo i pollici

VENEZIA. «Riaprire i ristoranti solo all'aperto? In questo momento non ci sono le condizioni, la situazione sanitaria dev'essere il punto di partenza, noi non possiamo negare la realtà». Lo ha detto il governatore del Veneto, Luca Zaia, intervenendo a Piazza Pulita, su La7.

Zaia ha ricordato che in questo momento per il Covid il Veneto ha più di 2.300 persone ricoverate, e oltre 300 di queste in terapia intensiva.

Interpellato sul tema delle proteste in questi giorni di esercenti e ristoratori, Zaia ha risposto: «Noi dobbiamo dare una prospettiva, condannare le proteste violente, perché sono sempre perdenti, ma ipotizzare una attenuazione delle misure restrittive qualora la situazione sanitaria lo permetta. Anche la posizione del presidente Draghi in questo senso è chiara. Si può fare nel momento in cui ci sono le condizioni, in questo momento non ci sono».

E sul tema dei vaccini Zaia ha voluto ricordare che "la capacità vaccinale del Veneto è di 80-100mila vaccini al giorno, la fornitura assicurata al momento è di 150mila dosi a settimana su tre tipi diversi di vaccino, ne facciamo mediamente 30-35mila al giorno, significa che in cinque giorni esauriamo la disponibilità e gli altri due giorni della settimana stiamo a girarci i pollici..». 

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi