Contenuto riservato agli abbonati

Vaccino Vaxzevria (ex AstraZeneca): ecco cosa ci dice il foglio illustrativo

Il farmaco finora autorizzato dall'Aifa per persone dai 18 anni in su. Fra le indicazioni contenute nella confezione compare la nota sui rari casi di combinazione fra coaguli del sangue e basso livello di piastrine, dopo la somministrazione

VENEZIA. Mentre in Europa e in Italia riesplodono le polemiche sul vaccino AstraZeneca, legate al dubbio di possibili correlazioni fra somministrazioni di questo prodotto e casi di trombosi, è utile andare a dare un'occhiata alle indidazioni contenute nel foglio illustrativo che accompagna le nuove confezioni del vaccino ora denominato Vaxzevria (ex AstraZeneca), come riportate anche sul sito dell'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco.

L'Aifa lo presenta come "vaccino destinato a prevenire la malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) nelle persone di età pari o superiore ai 18 anni. È progettato per preparare il sistema immunitario a identificare e contrastare il coronavirus (SARS-CoV-2) responsabile della malattia COVID-19".

"Il vaccino è composto da un adenovirus di scimpanzé incapace di replicarsi (ChAdOx1 - Chimpanzee Adenovirus Oxford 1) e modificato per veicolare l’informazione genetica destinata a produrre la proteina Spike del virus SARS-CoV-2. La tecnologia del vettore virale utilizzata per questo vaccino è già stata testata con successo ed è utilizzata per prevenire altre malattie".

Nel foglio illustrativo è stata inserita la seguente indicazione: "Disturbi del sangue. In seguito alla vaccinazione con COVID-19 Vaccine AstraZeneca è stata osservata molto raramente una combinazione di coaguli di sangue e livelli bassi di piastrine, in alcuni casi con la presenza di sanguinamento. In alcuni casi gravi si sono manifestati coaguli di sangue in posizioni diverse o insolite come pure coagulazione o sanguinamento eccessivi in tutto il corpo. La maggior parte di questi casi si è verificata entro i primi sette-quattordici giorni successivi alla vaccinazione e si è verificata principalmente in donne sotto i 55 anni di età. Tuttavia, un numero maggiore di donne sotto i 55 anni ha ricevuto il vaccino rispetto ad altre persone. Alcuni casi hanno avuto esito fatale".

 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi