Carolyn Smith testimonial dei pazienti oncologici a Oderzo. «Non abbiate paura vaccinatevi subito»

Carolyn Smith durante la vaccinazione organizzata sabato a Oderzo per i pazienti oncologici

La seduta, sabato, era dedicata ai pazienti dell’Oncologia di Oderzo. Tra loro la coreografa britannica protagonista di “Ballando con le stelle”

ODERZO. Carolyn Smith, coreografa nota per la sua partecipazione a Ballando con le stelle e per l’impegno nella lotta ai tumori, è diventata per un giorno testimonial della campagna vaccinale dell’Ulss 2, postando su Instagram la foto della sua puntura all’ospedale di Oderzo, e ringraziando organizzazione e personale. Missione compiuta, a giudicare dal numero di like e apprezzamenti che ha ricevuto il post: «E se qualcuno non è d’accordo va bene, il mondo è democratico, ma io questo vaccino l’ho fatto con convinzione e consapevolezza» ha dichiarato la Smith.

L’appuntamento


Facciamo un passo indietro. Carolyn Smith è una ballerina e coreografa britannica, conosciuta dal grande pubblico soprattutto per la partecipazione, in qualità di presidente di giuria, a Ballando con le stelle, trasmissione di cui è protagonista fin dal 2007. È nota anche per il suo impegno nella lotta contro il cancro. Colpita nel 2015 da un tumore al seno, ha pubblicato il libro il libro “Ho ballato con uno sconosciuto”. E spesso si è messa a disposizione di altre donne per campagne di sensibilizzazione sul tema. Da qualche anno Carolyn Smith vive in Veneto ed è in cura a Oderzo. Dove sabato si è messa pazientemente in attesa del suo turno e ha ricevuto l’agognata dose di Pfizer, il vaccino che - dopo aver ricevuto anche il richiamo - la proteggerà dal coronavirus.

L’appello

«Oggi ho fatto il vaccino ad Oderzo, nel reparto oncologico. E sono contenta di averlo fatto» ha dichiarato la Smith, accompagnando il post alle foto di rito durante la puntura e a un video in cui racconta l’esperienza. «Ho trovato un’organizzazione impeccabile, staff eccezionale, solo 2 pagine da compilare, tutto fatto dal medico. Senza assembramenti. Mi sentivo sicura e tranquilla. Il vaccino Pfizer, indolore. Ho dovuto fare il vaccino sulla coscia per la mia sicurezza vista la mia situazione. Seno sinistro operato 5 volte, braccio destro ho trombosi, soluzione la coscia. Si trova sempre la soluzione personale. Ognuno deve scegliere per sé, ma io consiglio di farlo. Dobbiamo riprendere a vivere, lavorare e convivere con questa situazione. Se qualcuno non è d’accordo, va bene, il mondo è democratico. Io l’ho fatto con consapevolezza e convinzione. Un abbraccio».

Le reazioni

E stavolta non si è vista, per fortuna, l’ondata di odio social che in altre occasioni aveva investito chi si era fatto testimonial della campagna vaccinale. Solo tanti messaggi di apprezzamento, ringraziamenti, e testimonianze di altre donne. Che magari non si fidavano fino in fondo del vaccino a causa di una situazione di fragilità, e che sono state convinte proprio dal racconto della Smith.

Il ringraziamento

Le foto della vaccinazione sono state condivise anche dall’Ulss 2, tramite il profilo Instagram del direttore Francesco Benazzi. Che ha ricordato come nello scorso fine settimana si siano vaccinati centinaia di pazienti oncologici o con altre patologie. «È stata una festa! Con questa espressione di un utente si può riassumere il clima in cui si è svolta la seduta vaccinale dedicata ai pazienti dell’Oncologia di Oderzo» ha scritto Benazzi.

«Le vaccinazioni sono state eseguite in ambiente protetto, presso i locali del Centro Prelievi Ospedaliero e saranno seguite il prossimo 10 aprile dalla somministrazione della seconda dose. La giornata è stata organizzata dal personale dell’Oncologia di Oderzo, diretta dal dott. Stefano Lamon, con il significativo supporto di medici ed infermieri dell’ospedale, sotto la supervisione del Sisp. Il gradimento dei pazienti ha trovato voce e testimonianza nella signora Carolyn Smith, ballerina e coreografa nota nel mondo dello spettacolo che facendosi ritrarre ha voluto testimoniare la vitale importanza della vaccinazione contro il Covid per tutta la popolazione, in particolare per i pazienti fragili». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi