Soccorso alpino e truppe alpine uniti per la sicurezza in montagna

BELLUNO

Nuove alleanze per il soccorso in montagna. Gli alpini collaboreranno con i volontari del Cnsas. «Ritorniamo all’antico, alla cooperazione fondativa delle nostre esperienze», commentano soddisfatti il delegato provinciale Alex Barattin e quello regionale Rodolfo Selenati.


Il Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico e il Comando truppe alpine dell’Esercito hanno firmato ieri un importante accordo tecnico, per istituzionalizzare e incrementare la stretta collaborazione operativa e addestrativa nell’ambito del soccorso alpino sul territorio nazionale. Il documento è stato siglato a Bolzano dal presidente del Soccorso alpino Maurizio Dellantonio e dal comandante delle Truppe alpine, generale Claudio Berto. «Se nel passato la cooperazione è avvenuta nelle grandi emergenze, d’ora in avanti», affermano Selenati e Barattin, «avverrà anche nella quotidianità degli interventi più importanti».

Saranno dunque rafforzate le collaborazioni nella attività formative, addestrative e operative in ambiente montano. E sarà avviato – a livello di soccorso – un piano di attivazione congiunto fra il Soccorso alpino e le Truppe alpine, che andranno a intervenire fianco a fianco in numerosi interventi di soccorso in ambiente montano e impervio. Queste operazioni congiunte avverranno a favore del soccorso di carattere sanitario e non sanitario, per il recupero di persone in imminente pericolo di vita, la ricerca e soccorso di persone disperse in territorio montano e zone impervie, anche nell’ambito degli interventi di Protezione Civile.

Secondo quanto previsto dalla legge, il coordinamento e la direzione delle operazioni spetteranno al Cnsas e le Truppe alpine parteciperanno con proprio personale tecnico e squadre specializzate nel soccorso alpino militare. Il contributo alle operazioni verrà espresso, sotto il coordinamento delle Brigate alpine, da parte dei diversi Comandi, tra i quali il 7° Alpini di Belluno. «Le Truppe alpine che riconoscono nel Cnsas un pilastro della sicurezza e del soccorso in montagna e una eccellenza del nostro Paese, mettono a disposizione la professionalità, l’entusiasmo e le tecnologie di cui dispongono, per far fronte alle emergenze», ha detto il generale Claudio Berto, comandante delle Truppe alpine dell’Esercito. —



Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi