Il debutto italiano dei Genesis il 6 aprile 1972 a Rovigo. Chi c'era?


I Genesis oggi. Ma com'erano 45 anni fa quando debuttarono in Italia con un concerto a Rovigo?

Si cercano testimoni, foto, registrazioni dell'evento a cui assistette un centinaio di spettatori. La band inglese era arrivata per sostituire Mago Zurlì

ROVIGO. Chi c’era la sera del 6 aprile 1972, quando sul palcoscenico del Comunale di Adria, anziché Mago Zurlì, andarono in scena i Genesis? Esiste da qualche parte una foto di quella serata, che ha pieno titolo per essere definita storica? E magari anche una registrazione, sia pure casalinga? C’è qualcuno che c’era e che ha voglia di ricordare le sue impressioni? Per questo è a disposizione un numero di wathsapp 351 9356194 e la mail info@arcadia-arte.com.

Ricordi e testimonianze saranno inseriti nel sito della mostra “Quando Gigli, Pavarotti e la Callas.... I Teatri Storici del Polesine”, che la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo propone dal 13 marzo in Palazzo Roncale. Una piccola sezione della mostra ricorderà, accanto ai grandi protagonisti della lirica, anche il debutto italiano, al Comunale di Adria, dei Genesis.

Quella sera, destinata a passare alla storia, in cui un gruppo di ragazzi inglesi, una delle tante band che stavano ancora cercando fortuna in patria e fuori, un po’ intimiditi dagli austeri, enormi spazi del Comunale, si esibì davanti ad un pubblico davvero sparuto di appassionati: meno di 90 persone, ricorda qualcuno. Altri alzano a 200 il numero dei presenti. Comunque nulla rispetto alle folle in delirio di solo pochi anni dopo, alla popolarità planetaria e al mito della band inglese.

Per i Genesis, perché di loro si trattava, questo era il primo concerto italiano di una tournée che percorse l’Italia raggiungendo il Piper di Roma e il Mediterraneo di Napoli. La tournée fortunosamente iniziata ad Adria fu la prima consacrazione di quello che diverrà presto un fenomeno musicale planetario.
Certo quella ad Adria fu una partenza in sordina.

I Genesis furono presi a fare da tappabuchi a Mago Zurlì, ben più popolare della band britannica. Cino Tortorella infatti non era riuscito a raggiungere Adria, bloccato pare da un incidente stradale.

Questa prima adriese della mitica band restò per anni nel limbo dei discorsi da bar. Ma a dimostrare, fuor di ogni dubbio, che i Genesis erano proprio ad Adria e non altrove in quella storica serata è il registro dell’Albergo Stella d’Italia, con i loro nominativi.

Sul palco del Comunale erano affiancati dagli Odissea e da Roberto Zola, chitarrista della band biellese, che ricorda che Phil Collins gli chiese di accompagnarlo a comprare un paio di scarpe da ginnastica al mercato di Adria.

Episodio riportato da Mino Profumo nel suo “Genesis in Italia. I concerti 1972 – 1975”, volume con l’autorevolissima prefazione di Richard Macphail e Steve Hackett. Proprio quest’ultimo rievocherà l’esibizione al Comunale di Adria, intervenendo il 10 agosto del 2012, al “Genesis Day”, evento promosso dal Comune di Adria nel quarantennale del debutto polesano del gruppo.

 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi