Covid, il Pd chiede la zona rossa per il Veneto

Nel giorno in cui il governo ha deciso la zona arancione, il segretario regionale Alessandro Bisato interviene per maggiori restrizioni: altrimenti il contagio non rallenta

VENEZIA. «Senza restrizioni il contagio non rallenta. Gli operatori ci dicono da più di un mese che non ce la fanno più e chiedono che il Veneto diventi zona rossa, al di là delle province, al di là delle preferenze politiche». Lo ha affermato oggi Alessandro Bisato, segretario regionale del Pd, parlando ai giornalisti sul tema dell'emergenza sanitaria.

«Al di là della scelta del Governo - ha proseguito Bisato - la Regione del Veneto può gestirsi, e il presidente Zaia deve decidere. L'esempio della Toscana è emblematico: dopo due settimane di zona rossa l'epidemia è rientrata e l'economia ha potuto riprendere. Ma il grido d'allarme che arriva dagli ospedali è univoco e la Regione deve intervenire. I numeri provincia per provincia ci dicono in queste ore che i posti letto effettivi in terapia intensiva rispetto ai nominali sono risicati. Serve una presa di posizione forte da parte della Regione Veneto. Ovvero - ha concluso - serve un intervento molto più selettivo di quanto fatto finora».

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi