Contenuto riservato agli abbonati

Zaia: i danni in Veneto per il maltempo si avviano al mezzo miliardo di euro

«Le nostre opere idrauliche hanno evitato il disastro. Un’ordinanza contro i turisti del macabro che intralciano i soccorsi»

VENEZIA. Piovono pietre. «La stima dei danni è in corso ma dai riscontri già pervenuti alla protezione civile ci stiamo avviando al mezzo miliardo di euro, perciò abbiamo dichiarato lo stato di crisi», è l’esordio al briefing di Marghera di Luca Zaia, lesto ad aggiungere che «il maltempo ha fatto cadere sul Veneto 624 millimetri d’acqua, contro i 586 del 2010, l’anno dell’alluvione che coinvolse 130 comuni e 500 mila persone, ma stavolta le opere idrauliche che abbiamo realizzato hanno funzionato, viceversa Vicenza sarebbe stata allagata».

In tema di risarcimenti, l’iter sarà quello sperimentata in tante - troppe - circostanze: a censire i danni (documentati) di famiglie e imprese saranno i sindaci, le devastazioni del territorio rientrano nella competenza dell’amministrazione regionale;...

Video del giorno

Milan, Salvini contestato durante la festa scudetto: "Vai a lavorare, sei il disonore dell'Italia"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi