Coronavirus, l'ordinanza su bar e negozi: ecco i chiarimenti della Regione Veneto

Il gestore risponde per gli assembramenti fuori del suo locale? Deve incaricare un dipendente del controllo agli accessi? Quanti clienti sono ammessi? Le risposte 

VENEZIA. Coronavirus, l'ordinanza firmata dal presidente della Regione Veneto Luca Zaia lunedì 23 novembre 2020 fissa regole restrittivi per i pubblici esercizi e i negozi, oltre che per una serie di altre attività, allo scopo di contenere l'epidemia. Alcune previsioni, in particolare quelle sulle sanzioni connesse al mancato controllo da parte dei gestori, hanno provocato le proteste delle associazioni di categoria del commercio, Appe, Ascom, Confesercenti. La Regione Veneto ha così provveduto a diffondere una serie di Faq (Frequently Asked Questions, domande ricorrenti con relative risposte) per fornire chiarimenti. Eccole di seguito. 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi