Coronavirus: il dpcm cancella anche la festa di Halloween, da Gardaland agli eventi a tema

Il decreto del governo Conte del 25 ottobre ha cancellato gli eventi in programma a Gardaland, così come tutte le feste, anche private, che dovevano tenersi sabato 31 ottobre

PADOVA. Dai bambini travestiti da streghetta o fantasmino che bussano chiedendo "dolcetto o scherzetto" alla declinazione di Halloween per i più grandi: tutto cancellato dal nuovo dpcm.

La situazione epidemiologica è tale per cui per il 2020 è necessario sacrificare alcune consuetudini, tra cui l'omaggio alla festività di origine celtica.

In Veneto la decisione del governo Conte ha cancellato Magic Halloween, le ormai tradizionali giornate di divertimento organizzate a Gardaland.

Ma il decreto appena varato dal governo spazza via anche le feste private. E c'è da giurarci che il 31 ottobre per strada ci sarà un dispiegamento di forze dell'ordine per far passar la voglia di festeggiare anche a chi vuole aggirare il dpcm.

Bandite le feste ufficiali  e in presenza. Il divertimento è in casa o corre sui social.

La protesta dei parchi divertimento

 La chiusura dei parchi divertimento prevista dal dpcm è «immotivata», secondo l’Associazione Parchi Permanenti Italiani che annuncia una «dura protesta, a difesa di un comparto che ogni anno genera 60 mila posti di lavoro, tra occupati fissi, stagionali e indotto».
«Il provvedimento, del tutto inatteso», spiega l'associazione  in una nota, «vanifica di fatto milioni di euro di investimenti sostenuti per mettere in sicurezza i parchi dotandoli di tutti i presidi, le tecnologie e le strutture necessarie per evitare assembramenti e scongiurare il rischio di contagio; investimenti che hanno permesso di operare nel pieno rispetto delle regole, senza registrare alcun focolaio in quattro mesi di attività. Preoccupa molto anche la consueta promessa di adeguate misure di 'ristorò, che, ad oggi, si sono rivelate del tutto assenti nel caso del comparto. Dall’inizio della crisi, le aziende del settore sono state sistematicamente tralasciate dall’agenda politica e costrette ad autofinanziarsi, ricorrendo a prestiti o cedendo quote, se non l’intera proprietà, a fondi di investimento speculativi».
 
 
«Pur nel rispetto e nella massima comprensione della gravità del contesto che ha condotto le Istituzioni a prendere una decisione così drastica», dichiara il presidente dell’Associazione Parchi Permanenti Italiani e presidente del parco a tema Leolandia, Giuseppe Ira,  «il trattamento riservato alle aziende del comparto ancora una volta è ricco di contraddizioni: la visita dei parchi divertimento si svolge sempre all’aria aperta ed è illogico vietarla, quando si permette di svolgere sport all’aperto, nei parchi e nei giardini pubblici.
 
 
«Nel provvedimento, inoltre, non si fa riferimento alle aree gioco pubbliche per bambini che spesso, per mancanza di controllo e scarso senso civico, non offrono la stessa garanzia di sicurezza dei parchi divertimento. Nel caso di parchi tematici, come Leolandia, il danno economico è enorme: il provvedimento arriva nel pieno della stagione di Halloween, dopo che abbiamo sostenuto investimenti ingenti per la tematizzazione dei parchi e l’acquisto delle derrate alimentari».
 
I consigli per non rinunciare alla festa
 
E allora niente scherzetto o dolcetto? No, sarà comunque festa, seppur in versione... Covid.
Per Halloween, edizione 2020, se party e assembramenti vanno evitati, il divertimento stan traslocando sui social. Capitanati quest'anno dalla piattaforma TikTok dove la voce #Halloween ha accumulato al momento 14.6 miliardi di visualizzazioni e il #ghosttrend circa 306 milioni.
 
Nella piazza virtuale si fa a gara a chi esegue video e scatti più divertenti indossando un lenzuolo da fantasma oppure ballando, mascherato o truccato in stile horror o circondato da zucche, la ‘spooky dance’ (329 milioni di visualizzazioni) della ‘spooky Seasons’ (questa ha oltre 2,8 miliardi di visualizzazioni) sulla traccia ballata (pare) per primo dal tiktoker Minecrafter.
 
 
I più bravi contano oltre 14 milioni di followers, come @WillyWonkaTikTok . Nel frattempo, nonostante la pandemia, cresce lo shopping in chiave ‘notte delle streghe’ per mascherarsi a tema e sulle piattaforme più note di vendite online in cima agli acquisti ci sono le mascherine protettive con disegni macabri.
 
Mascherine per tutti,  a prova di Coronavirus
 
Le mascherine decorate in chiave Halloween possono sostituire quelle chirurgiche. A patto che siano di stoffa e a doppio strato, di tessuto traspirante e che coprano bocca e naso senza lasciare spazi vuoti intorno al viso.
 
Le maschere che coprono l'intero viso non possono sostituire quelle protettive perché possono rendere difficile la respirazione, aumentare i famosi drops all'interno della maschera che presto verrà sfilata dalla testa. Attenzione anche a indossare una mascherina chirurgica sotto quella di Halloween perchè potrebbe rendere difficoltosa la respirazione.
 
Niente assembramenti ma tanti... brividi
 
Si può festeggiare in casa, in famiglia, evitando assembramenti. Un'attività a basso rischio.
E così tutti a intagliare e decorare le zucche a casa,  anche fare all'aperto con gli amici ma a distanza di sicurezza e indossando le mascherine protettive.Tutti  ‘congiunti’ e con pochissimi amici che non sono stati a contatto con soggetti infetti, mantenendo il distanziamento e con menù monoporzione.
 
Si possono coinvolgere i bambini in una caccia al tesoro casalinga, fornendo loro liste di cose a tema Halloween da cercare in giardino, in terrazza o dentro casa. Si può inoltre organizzare una serata ‘cinema in casa’ con film horror in stile Halloween.
 
 
Le piattaforme propongono molti titoli a tema in streaming in queste settimane.
Infine, per i più piccini, è possibile organizzare la ricerca ‘dolcetto o scherzetto’ con i membri della famiglia dentro o intorno alla propria abitazione, senza trascurare il lavaggio frequente e accurato delle mani.
 
Per i trucchi horror per il viso di bambini, ragazzi ed adulti,  è bene scegliere prodotti per il maquillage di buona qualità ed evitare di comprare quelli di dubbia provenienza. Lo scorso anno infatti non sono mancati i sequestri da parte delle autorità di trucchi per Halloween contenenti ingredienti tossici e aggressivi per la pelle.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi