Tornano le rapine in villa in Veneto: aggredito e derubato imprenditore di Arzignano

I componenti della banda, con il volto coperto da passamontagna, hanno puntato le pistole contro i familiari dell'uomo, dirigente e azionista di un'importante industria che lavora la pelle, intimando la consegna di gioielli e contanti. Bottino da 100 mila euro

VICENZA. Un noto imprenditore del settore conciario, Luca Pretto, 51 anni residente ad Arzignano (Vicenza) con moglie e figli, è stato rapinato nella serata di ieri da quattro banditi, che poco dopo le ore 21.00 hanno fatto irruzione nella sua villa, forzando una finestra posta sul retro dell'edificio.

I componenti della banda, con il volto coperto da passamontagna, hanno puntato le pistole contro i familiari dell'uomo, dirigente e azionista di un'importante industria che lavora la pelle, intimando la consegna di gioielli e contanti, che erano custoditi in soggiorno e nelle stanze da letto; da una prima stima il bottino si aggirerebbe attorno ai 100 mila euro.

I malviventi si sono poi dileguati fuggendo a bordo di due automobili, lasciate parcheggiate all'esterno della villa. Dopo l'allarme lanciato dallo stesso imprenditore sono stati istituiti dei posti di blocco che però non hanno dato esito. Indagini in corso da parte dei carabinieri, che stanno visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza sparse in zona

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi