Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus in Veneto, pasti per i malati e i medici cotti in “sala operatoria”

Dietro le quinte dei servizi ospedalieri: nelle cucine della Serenissima Ristorazione a Boara Pisani, nel Padovano, tecnologie ad altissima disinfezione per sfornare ogni giorno 35 mila pasti per pazienti e personale degli ospedali di tutto il Veneto 

 

PADOVA. Tecniche di cottura che garantiscono massima sicurezza igienico-sanitaria, una “camera bianca” sterile quanto una sala operatoria, una scorta di 100 mila pasti in caso di black out totale di tre giorni. E ancora, una cucina ospedaliera allestita in poche ore e investimenti in crescita nel settore nonostante l’evidente difficoltà. Anche la ristorazione legata alla Sanità deve adeguarsi all’emergenza coronavirus e tra i protagonisti che non si tirano indietro di fronte all’impegno c’è sicuramente Serenissima Ristorazione, realtà con sede a Vicenza ma che – proprio in ambito sanitario – ha il suo cuore produttivo a Boara Pisani (Padova).

Serenissima

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi