Accordo fatto tra Venezia e Parigi: l'uomo vitruviano andrà al Louvre

Dario Franceschini a Parigi ha firmato con il suo omologo francese, Franck Riester, il Memorandum di partenariato Italia-Francia per il prestito delle opere di Leonardo al Louvre

VENEZIA. Ok del direttore della Galleria dell'Accademia di Venezia, Giulio Manieri Elia al prestito per 8 settimane dell'Uomo Vitruviano al Louvre per la mostra su Leonardo che si apre il 24 ottobre.

Lo ha rivelato il ministero di cultura e turismo guidato da Dario Franceschini che a Parigi, ha firmato con il suo omologo francese, Franck Riester, il Memorandum di partenariato Italia-Francia per il prestito delle opere di Leonardo al Louvre e di quelle di Raffaello alle Scuderie del Quirinale per marzo 2020.

Di un accordo tra il Louvre e i musei italiani per la grande mostra che si apre nel museo parigino in omaggio a Leonardo per i 500 anni della morte si era parlato durante il governo Gentiloni, su richiesta del Louvre che faticava a stringere in tempo utile per la mostra tutti gli accordi necessari con i diversi musei italiani.

Poi le polemiche scoppiate nei mesi scorsi avevano portato ad un freno da parte del governo giallo verde, con un no della Lega in parte mitigato dal ministro 5s.

Oggi, secondo la normativa varata dall'ex ministro dei beni culturali Alberto Bonisoli, la decisione sul prestito spetta al direttore del museo (l'Accademia di Venezia è uno dei musei autonomi italiani) sentito però il parere della direzione generale arte e paesaggio del Mibac, della direzione generale musei e del segretario generale. La firma del direttore Giulio Manieri Elia è arrivata ieri sera

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi