Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Comunali, la Lega riconquista il Veneto

Salvini e Zaia durante la campagna elettorale a Vicenza

Treviso torna al Carroccio, anche Vicenza al centrodestra. Zaia: "Risultato strepitoso, più forza al governo" 

VENEZIA. Il centrodestra si riprende il Veneto.

Treviso e Vicenza, infatti, passano di mano e la Lega si riprende una delle sue roccaforti (Treviso) espugnata per la prima volta cinque anni fa. Il risultato a Treviso è sorprendente: la Lega ottiene più del 54 per cento dei voti.

Elezioni nel Veneto, Possamai: "Una curva della storia"

A Vicenza, Francesco Rucco si afferma con il 50,7 per cento su Otello Del ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENEZIA. Il centrodestra si riprende il Veneto.

Treviso e Vicenza, infatti, passano di mano e la Lega si riprende una delle sue roccaforti (Treviso) espugnata per la prima volta cinque anni fa. Il risultato a Treviso è sorprendente: la Lega ottiene più del 54 per cento dei voti.

Elezioni nel Veneto, Possamai: "Una curva della storia"

A Vicenza, Francesco Rucco si afferma con il 50,7 per cento su Otello Della Rosa, del Pd, che rimane al 45,8.

A Treviso il sindaco uscente, Giovanni Manildo, è stato sconfitto al primo turno dal candidato della Lega Mario Conte che è del Carroccio ed è a capo di un’alleanza con Fi. Il vicentino Rucco è di una lista civica, che porta il suo nome, ma ha ricevuto il sostegno essenziale della Lega e degli azzurri.

Borgo Veneto, festeggiamenti per l'elezione del sindaco Sigolotto

Chiusa al primo turno la partita per le comunali di Treviso e Vicenza, in Veneto sono diversi i comuni con oltre 15mila abitanti che andranno al ballottaggio: fra questi spiccano Adria e San Donà di Piave.

Nel comune in provincia di Rovigo si sfideranno al secondo turno il civico Omar Barbierato e Lamberto Cavallari, sostenuto dal centrosinistra; fuori dal ballottaggio il candidato di Lega e Forza Italia.

Megliadino San Vitale, rieletta Silvia Mizzon

Nel comune in riva al Piave, invece, il sindaco uscente Andrea Cereser (Pd) è avanti in vista del secondo turno contro la farmacista Francesca Pilla, sostenuta dalla Lega; il centrodestra si è presentato diviso al voto.

Sempre nel veneziano, i cittadini torneranno alle urne fra 14 giorni a Martellago, per una classica sfida fra centrodestra e centrosinistra; partono appaiati, nel veronese, Roberto Brizzi e Paola Boscaini, che si sfideranno per la poltrona di sindaco di Bussolengo, mentre è fuori dal secondo turno il candidato della Lega.

In provincia di Padova, il centrosinistra conferma Davide Gianella a Piove di Sacco (51,97 per cento).

Il Carroccio ha tuttavia sbancato a Villafranca di Verona, conquistata al primo turno.

«In generale vedo una Lega che cresce dappertutto, che consolida il suo consenso e che riesce a differenza di altri a trasformare il consenso politico in progetto. Questa vittoria della Lega dà ancora più forza all'azione del governo». Lo afferma il presidente del Veneto, Luca Zaia, commentando l'esito delle elezioni comunali.

Per Zaia «se dietro un grosso consenso non c'è poi un progetto che viene messo in atto, rischia di essere vano e di relegare certi soggetti politici alla mera rappresentazione di bandiera. La forza della Lega è quella di aver sempre creduto nelle amministrazioni locali: finché questa idea resta ferma e forte la Lega sarà presente, perché la forza di un partito viene dal governo del territorio. Il partito leggero non funziona, i cittadini vogliono vedere i fatti e i territori sono banco di prova», conclude.