Montascale rotto, alunno disabile non può andare in mensa

Una vicenda che si trascina da un anno in una scuola di Verona, nonostante le richieste da parte dei genitori del bambino. Zaia: vicenda vergognosa

VERONA. Da un anno uno studente disabile della prima elementare non può andare in mensa ed è costretto a mangiare in compagnia dell'assistente, ma senza i compagni di classe, perché il montascale è rotto. Accade in una scuola comunale scaligera.

A denunciare il caso, come riporta "L'Arena", sono i familiari del piccolo che ha fatto presente più volte il problema - già ad inizio anno - alla direzione della scuola. «Ci sembra - dice un familiare - che la scuola e il Comune abbiano avuto tutto il tempo necessario per occuparsi della questione».

Invece no: per un problema tecnico, finora non risolto, il ragazzo si "separa" dai compagni all'ora di pranzo: mentre i primi scendono in mensa al piano interrato, lui rimane in aula con l'operatrice di sostegno.

«Se la situazione dell'alunno disabile di prima elementare di Verona costretto a mangiare da solo, isolato dal resto della classe, a causa di un montascale rotto è esattamente quella riportata dai media bisogna vergognarsi, perché è indegno che in un Paese che si reputa civile possano accadere cose di questo genere. È necessario risolvere immediatamente un problema che non può certamente essere insuperabile». Lo afferma il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia. 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi