Una firma ha riavviato la vera sfida federalista