Rolling Stones a luglio a Mestre, trattativa avanzata

Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro sogna Jagger & C. protagonisti di un grande festival rock al parco di San Giuliano

VENEZIA. I Rolling Stones in concerto al parco di San Giuliano, unica data italiana del tour 2017. Una notizia che farà la gioia di vecchi e giovani amanti del rock di qualità. Che potrebbe essere ufficializzata nei prossimi giorni. Sono in corso infatti contatti operativi tra il Comune e i manager del gruppo inglese tra i più famosi al mondo. Il grande concerto si dovrebbe svolgere a luglio, nell’ambito di un grande festival di musica rock che potrebbe riprendere – e oscurare – il vecchio Jammin lanciato nell’era Cacciari.

Il sindaco Luigi Brugnaro ha annunciato da tempo l’intenzione di rilanciare con la grande musica il parco di San Giuliano, 70 ettari di verde sulla discarica creati 15 anni fa dall’architetto Luigi Di Mambro. Con una struttura «stabile», un grande palcoscenico destinato ad ospitare eventi di qualità e a rilanciare la produzione dell’area veneziana.

I fondi saranno anche destinati alla manutenzione del grande parco, oggi sottoutilizzato e in difficoltà per la scarsità dei finanziamenti.

Rolling Stones, dunque. Trattative in corso. Ma da Ca’ Farsetti trapela una certezza: «I grandi del rock arriveranno a Venezia, è sicuro». Problemi di organizzazione e di sicurezza limitati, visto il relativamente facile controllo per l’accesso all’area. Che ha ospitato con successo un paio di festival, e anche la visita di papa Ratzinger nel maggio 2011.

Gli altri grandi del rock, i Pink Floyd, tennero nel 1989 un memorabile concerto galleggiante in bacino San Marco. Ma la città non era preparata, la data forse poco adatta (il giorno del Redentore), il luogo – la piazzetta e Riva Schiavoni – troppo delicato per contenere senza danni l’impatto di 200 mila persone. Polemiche mondiali, che evitarono alla città l’Expo del Duemila.

Adesso arrivano i Rolling. La band di «brutti, sporchi e cattivi», contrapposta per anni ai Beatles, i baronetti che hanno rivoluzionato la musica mondiale. Rock and roll, blues, ritmo e musicalità quasi perfetti. Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts e Ron Wood con la loro band sono ancora considerati monumenti del rock, pur avendo passato da un pezzo i settant’anni. Il 25 marzo hanno suonato gratis a Cuba, all’Avana, primo concerto nella capitale cubana, davanti a oltre un milione di persone.

Un evento paragonato allo storico concerto di Roger Waters nel 1990 davanti al Muro di Berlino liberata. Classici del rock e un’attesa che è già grande. Il periodo prescelto per l’esibizione del gruppo inglese sono i primi giorni di luglio. Ora dovrà essere perfezionata l’offerta e i dettagli del contratto. Ma con l’arrivo del grande rock internazionale, il parco di San Giuliano torna al vertice dei luoghi culturali italiani. Prima dei Rolling suoneranno altre band italiane e straniere. Il programma completo nei prossimi giorni.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi