Una piattaforma per monitorare trasporti, consumo del suolo e nuove professioni

Creare un Osservatorio permanente sulla città metropolitana. E’ questo l’obiettivo che si prefigge la Fondazione Gianni Pellicani di Mestre nell’ambito della sessione dedicata alle trasformazioni...

Creare un Osservatorio permanente sulla città metropolitana. E’ questo l’obiettivo che si prefigge la Fondazione Gianni Pellicani di Mestre nell’ambito della sessione dedicata alle trasformazioni della Città contemporanea.

La ricerca sulla mobilità,

partita due anni fa e presentata ieri, è uno dei tasselli delle

tre aree di interesse prese in esame dalla Fondazione, che comprendono il consumo del

suolo e le nuove professioni, tutte ricerche che verranno presentate nei prossimi mesi. L’indagine ha elaborato dati per lo più inediti e difficili da reperire. Di più. La ricerca ha voluto anche

individuare obiettivi, strategie e azioni utili ad attivare politiche per migliorare la qualità della vita dei cittadini “metropolitani”.

Come? Sono state effettuate oltre 50 interviste a stakeholder, progettisti, studiosi della materia per lo più residenti nell’ambito metropolitano ma anche provenienti da altri ambiti nazionali,

che hanno espresso diversi punti di vista,avanzando anche

proposte concrete . Da ieri la ricerca sul sistema dei trasporti è pubblicata on line sul sito veneziacittametropolitana.eu,

curato da Mauro Richeldi.

La nuova piattaforma ospiterà testi, mappe, grafici interattivi e verrà costantemente aggiornata con i contenuti via via completati. Il sito renderà accessibile le banche dati raccolte nell’Osservatorio della Fondazione. La ricerca completa viene messa a disposizione delle istituzioni interessate, soprattutto quelle del trasporto, e verrà presentata ufficialmente e integralmente al Festival della Politica organizzato dalla Fondazione stessa e in programma a Mestre nel mese di settembre.

La ricerca sulla mobilità è stata curata da Giuseppe Saccà, Carlo Pavan, Nicola Pavan, con la supervisione scientifica di Massimo Cacciari e Paolo Perulli. Il coordinamento è di Nicola Pellicani e la segreteria organizzativa di Natascia Di Stefano. (g.cod.)

Video del giorno

Yemen, per la prima volta speleologi si calando sul fondo del "Pozzo dell'Inferno" per oltre 110 metri

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi