Vinitaly con 4300 espositori e una sezione per il biologico

VERONA. Con circa 4.300 espositori, circa 300 in più rispetto all’anno scorso, e uno spazio tutto nuovo dedicato al biologico e al biodinamico, Vinitaly si preapara ad accogliere buyer e operatori...

VERONA. Con circa 4.300 espositori, circa 300 in più rispetto all’anno scorso, e uno spazio tutto nuovo dedicato al biologico e al biodinamico, Vinitaly si preapara ad accogliere buyer e operatori specializzati da tutto il mondo per la 46* edizione. Il più importante e visitato Salone internazionale per il business dei vini e dei distillati (www.vinitaly.com), che si terrà da domenica 25 a mercoledì 28 marzo, alla Fiera di Verona, è stato presentato dal presidente di Veronafiere Ettore RielloMolte le novità, a partire dalla scelta delle date: «si passa infatti ad una rassegna più breve di un giorno - ha spiegato Riello - e concentrata da domenica a mercoledì invece che da giovedì a lunedì. Una soluzione pensata per ottimizzare le iniziative dedicate all’incontro tra espositori, per la prima volta anche da Uzbekistan, Moldavia, Azerbaijan e Armenia».

E sebbene la congiuntura economica abbia portato a un lieve calo del consumo del vino in Italia, il settore si mantiene uno dei più vitali dell’agroalimentare, con un fatturato che raggiunge i 14 miliardi di euro, di cui 4 provenienti dall’export. In tutto questo giro d’affari, si inserisce un settore “nuovo” in crescita, quello del biologico e biodinamico, che in questa edizione avrà uno spazio dedicato.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Metropolis/94 - Mariupol, Tonacci: "Cosa ne sarà dei combattenti della Azov dopo la resa"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi