Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Genitori-pipistrelli contro giunta "Giù le mani dall'asilo nido"

L'affollata protesta lunedì sera davanti al municipio di Candiana. Amministratori attesi all’ingresso del consiglio comunale. "Ci hanno tolto uno dei pochi servizi rimasti, per di più senza preavviso, mettendo in difficoltà le famiglie"

CANDIANA. Genitori e bambini mascherati da pipistrelli e schierati davanti al municipio hanno accolto a suon di fischi e «vergogna vergogna» sindaco e assessori, tutti entrati nella sede comunale senza proferire parola. Almeno un'ottantina di persone armati di striscioni maschere e fischietti hanno protestato ieri sera sotto le finestre della sala dove era in corso il consiglio comunale.

Un'azione clamorosa in seguito all'ordinanza di chiusura dell'asilo nido di Pontecasale, che ha coinvol ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CANDIANA. Genitori e bambini mascherati da pipistrelli e schierati davanti al municipio hanno accolto a suon di fischi e «vergogna vergogna» sindaco e assessori, tutti entrati nella sede comunale senza proferire parola. Almeno un'ottantina di persone armati di striscioni maschere e fischietti hanno protestato ieri sera sotto le finestre della sala dove era in corso il consiglio comunale.

Un'azione clamorosa in seguito all'ordinanza di chiusura dell'asilo nido di Pontecasale, che ha coinvolto non solo i genitori ma anche diversi residenti della frazione. «Ci hanno tolto uno dei pochi servizi rimasti, per di più senza preavviso, mettendo in difficoltà le famiglie». «Non siamo residenti a Candiana - racconta un altro genitore - però pensavamo di trasferirci visto che il nostro bambino frequentava l'asilo. Ma adesso andremo altrove».
In mattinata, intanto, ha riaperto i battenti il nido, al piano terra, dove fino ad un paio di settimane fa c'era la materna. Il primo piano è stato «sigillato» per completare la disinfestazione e l'intervento al soffitto. Gli arredi e il necessario per il nido sono stati portati al piano terra e i bimbi sono tornati dopo una settimana di vacanza forzata. Ma i genitori sono consapevoli che il servizio sarà garantito solamente per luglio.

L'amministrazione non intende continuare ad accollarsi le spese e ha deciso di chiudere definitivamente. La sola alternativa potrebbe venire dalla parrocchia di Pontecasale e dalla cooperativa, le quali stanno valutando se continuare l'attività del nido assumendone la gestione diretta. Il sindaco Andrea De Marchi ha dichiarato di essere pronto a concedere un contributo annuale di 50 mila euro ma restano da chiarire i dettagli. A partire proprio dall'accordo con il Comune, perché la parrocchia e la cooperativa vorrebbero un minimo di garanzia, sottoscrivendo un impegno almeno triennale. Per ora invece il sindaco ha proposto di concedere il contributo di anno in anno. Poi va affrontato una volta per tutte il fatidico intervento al tetto. Secondo l'amministrazione è necessario un restauro completo, che richiede tempo e denaro. Il parroco Don Nicola invece, dopo aver interpellato un tecnico della curia, ribadisce che non servono notevoli investimenti.