Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Maltempo, Padova-Bologna: chiusa la A13

Da Este a Monselice strade in tilt per il ghiaccio. Vigili del fuoco, Protezione civile e 118 in trincea

PADOVA. Ancora disagi per gli automobilisti: l’autostrada A13 è rimasta chiusa dalle 2,30 di lunedì notte fino alle 13 di ieri. Il ghiaccio sull’asfalto metteva a repentaglio la sicurezza. Tutto il traffico da e per Bologna è stato incanalato lungo la Romea e la statale Adriatica con inevitabili code e rallentamenti. E se Padova ieri è uscita dall’incubo, in provincia ancora problemi.

EMERGENZA.
Comuni e Protezione civile in ansia anche l’altra notte, perché ha iniziato a nevicare poco dop ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. Ancora disagi per gli automobilisti: l’autostrada A13 è rimasta chiusa dalle 2,30 di lunedì notte fino alle 13 di ieri. Il ghiaccio sull’asfalto metteva a repentaglio la sicurezza. Tutto il traffico da e per Bologna è stato incanalato lungo la Romea e la statale Adriatica con inevitabili code e rallentamenti. E se Padova ieri è uscita dall’incubo, in provincia ancora problemi.

EMERGENZA.
Comuni e Protezione civile in ansia anche l’altra notte, perché ha iniziato a nevicare poco dopo mezzogiorno e a più riprese. Ha smesso solo intorno alle 2, quando i fiocchi bianchi hanno iniziato a «virare» in pioggia. Il termometro ha cancellato lo zero termico e ha preso a risalire verso la normalità. Già all’alba, la situazione era ben lontana dalla possibile replica del «venerdì nero» con 30 centimetri di coltre bianca.

TRAFFICO.
Il ghiaccio è sparito in città, grazie al sale e al passaggio di camion e trattori. Ma nel Padovano un’altra giornata di passione per chi era al volante. Code per raggiungere gli accessi alla città dai Comuni della cintura urbana. Qualcuno ha impiegato anche un paio d’ore per arrivare in centro da Torreglia. Ma da Tribano il tempo di percorrenza si è abbassato, rispetto alla media quotidiana. Dalla Polstrada arriva la conferma che i problemi registrati ieri in provincia sono stati a macchia di leopardo.

GELO.
Fra Este e Monselice, le strade sono di fatto rimaste ghiacciate. Qui si sono concentrate le situazioni più ostiche. Il Suem ha mandato un’ambulanza in più nella zona per assicurare pronto soccorso nell’emergenza. I Vigili del fuoco si sono dannati l’anima per recuperare auto dai fossi e camion di traverso. Nessun incidente grave, al massimo feriti lievi. Tuttavia si sono registrati decine di interventi.

TUBI.
Le temperature polari hanno, inevitabilmente, prodotto conseguenze nelle tubature condominiali. La pressione dell’acqua a contatto con il ghiaccio ha fatto «scoppiare» alcune condotte interne. Con allagamenti in piena notte.

VIAGGIATORI
. Otto treni soppressi lungo la linea ferroviaria Milano-Venezia. Si è toccato il record di 400 minuti di ritardo per un treno verso Milano. Code in biglietteria alla stazione con quattro sportelli aperti su otto. I padovani negli aeroporti hanno sperimentato altri disagi.