Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Uccide un anziano e scappa

Dopo aver tamponato la macchina di due coniugi veronesi ed esser finito con la sua Audi A3 in un fossato, è fuggito a casa a piedi. Roberto Paccagnella, operaio, 29 anni, di Montagnana,
ha così causato la morte di un anziano di Bonavigo (Verona), cercando poi invano di far perdere le proprie tracce. In poche ore è stato però rintracciato e arrestato

MONTAGNANA. Tampona a folle velocità la macchina di due coniugi veronesi, finisce con la sua Audi A3 nel fosso e poi, invece di sincerarsi delle condizioni degli occupanti dell’altra auto, se ne fugge a casa a piedi. Ha dell’incredibile quanto avvenuto l’altra sera lungo la «Padana Inferiore», alle porte di Montagnana. Un giovane del posto ha causato la morte di un anziano di Bonavigo (Verona), cercando poi invano di far perdere le proprie tracce. In poche ore è stato però rintracciato e arr ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTAGNANA. Tampona a folle velocità la macchina di due coniugi veronesi, finisce con la sua Audi A3 nel fosso e poi, invece di sincerarsi delle condizioni degli occupanti dell’altra auto, se ne fugge a casa a piedi. Ha dell’incredibile quanto avvenuto l’altra sera lungo la «Padana Inferiore», alle porte di Montagnana. Un giovane del posto ha causato la morte di un anziano di Bonavigo (Verona), cercando poi invano di far perdere le proprie tracce. In poche ore è stato però rintracciato e arrestato: si tratta di Roberto Paccagnella, operaio, 29 anni, di Montagnana.

Il giovane stava viaggiando verso il centro di Montagnana. Giunto nelle vicinanze dell’Agip di via Luppia San Zeno, ha tamponato violentemente la Golf di due anziani coniugi veronesi. I due erano appena usciti dalla discoteca «Parioli». L’auto era condotta da Luigi Lanzarotto, 77 anni, residente in via Bottirole a Bonavigo. Al suo fianco c’era la moglie Rina Vincenzi. L’impatto è stato tremendo, soprattutto per l’alta velocità dell’A3, ed è stato fatale per Lanzarotto, che è morto sul colpo. L’Audi di Paccagnella ha fatto invece un giro su sé stessa, finendo poi sul fossato che costeggia la Sr 10. I lamenti della Vincenzi, rimasta illesa ma evidentemente scioccata, non hanno toccato Paccagnella.

Che è scappato a casa a piedi. Il ventinovenne abita in via Dresseno 36, nel quartiere Facchini di Montagnana. Ha camminato quindi per quasi mezzora. Senza ripensamenti. Alcuni passanti hanno raccolto l’accorata richiesta d’aiuto della donna rimasta nella Golf e hanno contattato i soccorsi. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Este, i sanitari del 118 e i carabinieri di Montagnana. Per i militari dell’Arma non è stato difficile risalire al proprietario dell’Audi. Poco dopo la mezzanotte i carabinieri erano già a casa di Paccagnella, che nel frattempo si era già messo sotto le coperte. Il giovane ha tentato di negare, ma poi è crollato. Il giovane è stato immediatamente sottoposto all’alcoltest: 2,4 grammi di etanolo per litro di sangue.

Inevitabili, per lui, le manette. Dopo la notte passata nella camera di sicurezza della caserma di Este, ora è rinchiuso nel carcere Due Palazzi. Le accuse sono gravissime: omicidio colposo, guida in stato di ebbrezza, mancato soccorso in caso di incidente. Ieri mattina la famiglia Paccagnella ha affidato la difesa del giovane ad un avvocato.
La notizia è presto circolata in paese, destando una grande impressione tra gli amici di Paccagnella. Il ragazzo è molto noto, anche per il suo impegno nella squadra di calcio Quadrifoglio 2005: la formazione di Saletto milita in Seconda Categoria. Qualche ora prima dell’incidente, Roberto aveva contribuito alla vittoria della sua squadra contro il Cartura, segnando anche il secondo gol (3-1 il risultato finale). Nella partita che si apre ora, difendersi per lui sarà impresa ardua.