Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Un week-end alla scoperta dei tesori ambientali

Torna nel fine settimana la Giornata Fai Primavera, l’iniziativa che compie 16 anni organizzata dal Fondo per l’ambiente italiano, che cerca di far scoprire i tesori culturali di ogni città. Un’occasione unica per poter vedere luoghi storici, solitamente chiusi al pubblico, e per Padova saranno due gli appuntamenti da non perdere: la visita alla biblioteca del Seminario Vescovile prevista alle 10.30 e 15 di sabato 5, alle 14.30 e 17.30 di domenica 6, e l’altro è Villa Widmann di Bagnoli di S ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Torna nel fine settimana la Giornata Fai Primavera, l’iniziativa che compie 16 anni organizzata dal Fondo per l’ambiente italiano, che cerca di far scoprire i tesori culturali di ogni città. Un’occasione unica per poter vedere luoghi storici, solitamente chiusi al pubblico, e per Padova saranno due gli appuntamenti da non perdere: la visita alla biblioteca del Seminario Vescovile prevista alle 10.30 e 15 di sabato 5, alle 14.30 e 17.30 di domenica 6, e l’altro è Villa Widmann di Bagnoli di Sopra.

Villa che la famiglia Borletti permette di visitare con gli stessi orari del tour al seminario. Due luoghi che racchiudono la storia di Padova, dalla biblioteca del Seminario ricca di mobili ed armadi di fattura pregevole, dove sono raccolte opere del XVI e XVII secolo, tra le opere il «Dialogo dei massimi sistemi» con le annotazioni di Gaalileo Galilei, tra i più famosi fruitori della stamperia che si trovava all’epoca dentro al Seminario, culla per molti anni della cultura patavina.

Di Villa Widmann si potranno ammirare la casa ed il giardino, dove ci sono le statue «che dialogano» che rappresentano alcuni dei personaggi delle commedie goldoniane. E proprio l’autore veneziano delle “Baruffe Chiozzotte” era un assiduo frequentatore della villa.

Due giornate immersi nella cultura e nella natura, grazie alla collaborazione con il Cai (Club alpino italiano), che organizza due escursioni sui Colli Euganei: la prima parte alle 8.30 dalla piazza di Cinto Euganeo e la seconda alle 14,30 dal piazzale di Cava di Bomba sempre di Cinto. E’ indispensabile confermare l’adesione al 349 6182330. In occasione di questa due giorni, alcuni studenti dei licei Fusinato e Marchesi e dell’Istituto Valle faranno da «ciceroni»: una possibilità nata con la collaborazione del Fai che ha tenuto una serie di corsi di formazione.