Scandalo Coimpo, le quattro vittime dei fanghi tossici

La verità, pagata con la morte di quattro persone – Nicolò Bellato di 28 anni, Paolo Valesella, 53 anni, Marco Berti, 47 anni e Giuseppe Baldan, 48 anni – sta finalmente venendo a galla. Il 22 settembre del 2014 una nube di acido solfidrico e di anidride solforosa uscita dalla vasca D dell’impianto della Coimpo, stabilimento che trattava fanghi, uccise per asfissia tre operai e l’autista del camion che stava scaricando l’acido nella vasca

Polpette di zucca, riso e semi misti

Casa di Vita