Scandalo Coimpo: c'era una volta la latteria sociale di Ca' Emo a Adria

Le ingentissime quantità di fanghi sversati sui terreni del Polesine "non erano esenti da sostanze tossiche e nocive e/o persistenti e/o bioaccumulabili in concentrazioni dannose per il terreno, per le culture, per gli animali, per l'uomo, per l'ambiente in generale”. Sono le conclusioni del recente rapporto confezionato dai Carabinieri - Forestali di Rovigo, sulla base delle analisi svolte dall'Arpav, nei 377 ettari di terreno in provincia di Rovigo dove la Coimpo di Adria, società di gestione di rifiuti, ha sparso nell'arco di vent'anni fanghi di origine civile ed industriale - Ecco alcune immagini di Ermes Bolzon

Polpette di zucca, riso e semi misti

Casa di Vita