In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Nuovo ospedale a Padova Est, via alla progettazione: costa 35 milioni. Prima pietra nel 2025

La spesa complessiva per il nuovo complesso sanitario di San Lazzaro è di 591 milioni. Il primo passo con la firma del contratto

Elena Livieri
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Il direttore generale dell'Azienda Ospedale Università di Padova Giuseppe Dal Ben ha firmato con la presidente di Politecnica Ingegneria e Architettura Francesca Federzoni il contratto per la progettazione tecnico-economica del nuovo Ospedale a Padova Est. Da oggi il Raggruppamento temporaneo di imprese guidato da Politecnica ha 120 giorni per redigere il progetto, che costituirà la base per tutte le successive fasi. Mentre andrà avanti la fase progettuale sul fronte di Padova Est, procederà di pari passo la rivisitazione del polo di via Giustiniani, dove si o già partiti i lavori per la nuova Pediatria e a breve sarà bandita la gara per progettare la nuova Torre polifunzionale. Il costo del nuovo ospedale è di 591 milioni di euro.

"Stiamo sviluppando la progettualità di un ospedale tra i più grandi d'Italia – ha detto il direttore Dal Ben – Oggi inizia il percorso di progettazione che prevede tre fasi. La prima è quella di fattibilità tecnico-economica. Vorrei arrivare nel 2025 a porre la prima pietra”

Dal Ben: "Una giornata importante per tutto il Paese"

Progettazione da 35 milioni. La base d’asta era di 4,2 milioni di euro per la progettazione di fattibilità tecnico economica, per un valore complessivo di 35,5 milioni con l’opzione di affidamento dei successivi step progettuali. Il raggruppamento di Politecnica Ingegneria e Architettura si è aggiudicato il bando con un ribasso percentuale del 47,440%.

I finanziamenti per San Lazzaro. Sul nuovo ospedale, era stato stimato un investimento complessivo di 591 milioni di euro, di cui 170 a carico della Regione Veneto, 120 di finanziamento statale e 300 milioni per i quali sarà sottoscritto un mutuo. Questo prima dell’arrivo dei fondi del Pnrr che copriranno, sicuramente almeno la torre della ricerca.

Quasi mille posti letto. Il nuovo ospedale avrà una dotazione di 963 posti letto: 391 in Area medica, 432 in Area chirurgica, 90 di Terapia intensiva, 20 per l’Area riabilitativa, 30 per l’Extra regione. Sono previsti anche laboratori, diagnostica, 400 ambulatori – la metà chirurgici – oltre a servizi generali e direzionali, più sei moduli per l’attività didattico-scientifica con due aule e, appunto, un grande centro per la ricerca.

I commenti dei lettori