In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Passaporti per i padovani, una task force per i viaggi di Natale

Lunedì impossibile prenotare l’appuntamento sul sito, ma ora si potrà farlo con una mail. Il questore: «C’è il massimo sforzo»

Alice Ferretti
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Se da una parte lunedì, nel sito della Questura di Padova, risultava non esserci più disponibilità di appuntamenti per il rilascio o il rinnovo del passaporto – compariva infatti la scritta «non ci sono disponibilità nelle strutture della tua provincia» – dall’altra la Questura ha fatto sapere come è stata predisposta, ed è già operativa, una vera e propria task force per i viaggi natalizi. Il messaggio è che nessuno rimarrà a casa perché senza passaporto.

Prenotazioni via mail

Fino al 23 dicembre infatti, per agevolare i padovani che in questi ultimi giorni hanno avuto difficoltà a prenotare l’appuntamento per il rilascio del passaporto, o che hanno un’esigenza improvvisa di ottenere il titolo di viaggio, l’Ufficio Passaporti della Questura acquisirà le domande urgenti, legate a qualsiasi tipologia di viaggio. Come? Basterà mandare una mail all’indirizzo uffpassaporti.quest.pd@pecps.poliziadistato.it, con l’indicazione dei motivi d’urgenza e del proprio numero di telefono tramite il quale essere successivamente contattati dall’ufficio. Solo in caso di difficoltà a inviare la mail o di estrema urgenza, si potrà contattare l’ufficio anche per telefono alle utenze 049.833201– 209 dalle 9 alle 12. Oppure tramite contatto diretto con l’Ufficio relazioni con il pubblico della Questura, o attraverso l’utenza telefonica dello stesso ufficio che risponde allo 049.833333.

Tutte le richieste urgenti saranno schedulate in base alle esigenze di viaggio e sarà risposto comunicando la data e l’orario di presentazione agli sportelli dove bisognerà presentarsi con la documentazione necessaria: un documento d’identità valido e una fotocopia dello stesso; due fotografie identiche; marca da bollo dell’importo di 73,50 euro da acquistare in tabaccheria; versamento postale di 42,50 euro da effettuare alle Poste sul conto corrente 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, causale: “Rilascio passaporto”; in caso di figli minori assenso di entrambi i genitori.

La Questura inoltre sta avviando, con alcune realtà comunali, un rapporto di collaborazione volto all’acquisizione delle domande di passaporto nelle sedi del Comune, che successivamente verranno inoltrate all’Ufficio Passaporti della Questura per il rilascio del documento di viaggio. In particolare, è stata valutata positivamente la richiesta di collaborazione arrivata dal comune di Piove di Sacco, che ha messo a disposizione i propri uffici. I dettagli organizzativi sono in via di definizione. In ogni caso una volta acquisita la pratica, il Comune provvederà a inoltrarla all’Ufficio passaporti con cadenza settimanale, o a seconda delle richieste, anche più frequentemente. Il successivo rilascio del documento avverrà poi in Questura contestualmente all’acquisizione delle impronte digitali.

Il questore Sbordone

«La ripresa a pieno regime dei viaggi internazionali, anche a fini di turismo, oltreché per lavoro, studio o per motivi sanitari, rende necessario il massimo sforzo della Questura per soddisfare tutte le esigenze», ha sottolineato il questore Antonio Sbordone.

«Il nostro personale, sia della polizia di Stato, sia dell’amministrazione civile dell’Interno, è impegnato al massimo per evadere ogni pratica per le partenze programmate». Il questore ha espresso loro il suo pieno apprezzamento «per quanto finora fatto e per gli sforzi organizzativi messi in campo». Il Ministero dell’Interno, ha inoltre osservato Sbordone, ha appena dotato la Questura di apparecchiature di ultima generazione per la produzione e stampa dei passaporti: «Anche questo ci sarà di aiuto».

Infine le rassicurazioni a chi deve partire e ha bisogno del passaporto: «Invito i cittadini a seguire le nostre indicazioni, rassicurando ciascuno sull’effettivo rilascio del passaporto in tempo utile, confermando che, in caso di necessità, anche relativa a viaggi per turismo, il passaporto verrà rilasciato senza ritardo».

I commenti dei lettori