In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Covid, cinquanta casi al giorno nelle scuole padovane

L’andamento del contagio: «Ora la sorveglianza viene fatta dalle scuole che si arrangiano a segnalare i casi sulla piattaforma e a disporre l’uso mascherine»

Simonetta Zanetti
1 minuto di lettura

Sono una cinquantina in media i casi di Covid registrati ogni giorno nelle scuole padovane, tra studenti, operatori e docenti. Numeri che, solo un anno fa, avrebbero fatto tremare tanto negli istituti quanto negli ambienti sanitari, preludendo a quarantene e mettendo in fila intere scolaresche nei punti tampone dell’Usl. Oggi, va da sé, è cambiato il mondo – nella gestione del Covid – e con esso le regole, al punto che le aziende sociosanitarie non sono più chiamate a fare sorveglianza nelle scuole.

È rimasta tuttavia attiva la piattaforma regionale in cui le scuole segnalano i casi: «È cambiato tutto» conferma Lorena Gottardello, del Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Usl 6 «ora la sorveglianza viene fatta direttamente dalle scuole che si arrangiano a segnalare i contagi sulla piattaforma e a gestire, dove necessario, i casi di positività con l’introduzione delle mascherine per dieci giorni. Di fatto gli studenti sono trattati come cittadini qualsiasi».

Il virus però corre: dei 736 casi positivi registrati nelle scuole, di cui il 20% riferibile agli operatori scolastici, 228 sono stati registrati nell’ultima settimana «una cinquantina al giorno, stando alla piattaforma regionale» conferma Gottardello.

CONTAGIO

Scuole come specchio della realtà in cui il virus si muove libero e apparentemente senza conseguenze gravi: l’ultimo rilevamento di Azienda Zero riferisce di 1.685 nuovi positivi nell’arco delle ventiquattro ore nel Padovano, con 8.300 casi attualmente positivi noti, dato che fa di Padova la seconda provincia del Veneto per infezioni, dietro a Vicenza.

Da registrare, nelle ultime 24 ore, anche un decesso ascrivibile al virus, che porta a 2.477 le vittime da inizio pandemia.

Aumentano anche i ricoveri, unica voce ritenuta sensibile in questo momento per eventuali provvedimenti di sanità pubblica: si tratta tuttavia di un incremento ancora contenuto. Attualmente sono 100 i pazienti ricoverati negli ospedali per acuti con il Covid: 12 in più rispetto al giorno precedente. Di questi, 96 sono nei reparti ordinari degli ospedali del territorio e 4 nella Terapia Intensiva dell’Azienda Ospedale Università. A questi si aggiungono altri 9 pazienti negli ospedali di comunità.

VACCINAZIONI

In questo scenario da registrare anche un aumento delle vaccinazioni con 443 iniezioni somministrate lunedì tra Usl 6 e Azienda Ospedale Università: la copertura con il secondo booster sale così al 7,4% della popolazione.

Intanto, l’Usl 6 si prepara a chiudere temporaneamente il Padiglione 6 per l’arrivo di Auto e Moto d’Epoca in Fiera: venerdì è l’ultimo giorno in cui verranno effettuate le vaccinazioni anti Covid; dall’11 verranno eseguite nel Padiglione 4 del Complesso sociosanitario ai Colli. L’accesso resta su prenotazione.

I commenti dei lettori