In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Auto e moto d’epoca in Fiera a Padova porta diecimila turisti alle Terme

L’ultima edizione della kermesse in Fiera a Padova si terrà dal 20 al 23 ottobre. Legnaro (Confesercenti): «Per noi si tratta di una perdita molto importante»

1 minuto di lettura

Auto e moto d’epoca in Fiera a Padova

 

Più di 10 mila presenze stimate alle terme in occasione della fiera Auto e Moto d’epoca, che si terrà a Padova dal 20 al 23 ottobre prossimi. E quella di quest’anno sarà l’ultima edizione che si svolgerà sotto il Santo, dato che dal 2023 è previsto il “trasloco” a Bologna.

«Per il nostro territorio si tratta certamente di una perdita sanguinosa, importante», spiega Fabio Legnaro, presidente Fiepet Confesercenti Padova (Federazione italiana esercizi pubblici e turistici). «Anche quest’anno abbiamo già stimato circa 10 mila presenze di appassionati che vengono ad alloggiare alle terme per poi andare a vedere l’evento motoristico in programma in fiera, a Padova. Si tratta di un numero considerevole, che certamente aiuta a rimpolpare le nostre casse e che nel frattempo consente al nostro territorio di ritagliarsi una ulteriore possibilità di promozione. Il fatto che dall’anno prossimo tutto si sposti a Bologna ci lascia alquanto dispiaciuti».

Già molte le prenotazioni arrivate agli hotel di Abano e Montegrotto per i giorni dell’evento. «Gli albergatori stanno proponendo pacchetti appositi per quei giorni, considerando che gli operatori inizieranno ad arrivare già il 17-18 ottobre», svela ancora Fabio Legnaro, titolare dell’Antica Trattoria Da Ballotta, delle Osterie Meccaniche di Abano e con il fratello Adriano del Grand Hotel Terme di Montegrotto. «Ci sono turisti che provengono da tutta Italia, ma anche dall’estero, appassionati delle auto e delle moto d’epoca, che sono un volano turistico davvero importante».

Nei giorni della manifestazione motoristica padovana ci al Grand Hotel ci sarà una chicca. «Avremo in esposizione un’auto storica davvero unica», dice ancora Legnaro.

«Si tratta della Auto Avio Costruzioni 815 del 1940, la prima vettura costruita da Enzo Ferrari. La vettura fa parte della straordinaria collezione di Mario Righini, classe 1933, uno dei più straordinari collezionisti di auto del mondo».

L’auto è amorevolmente custodita al Castello di Panzano, a Castelfranco Emilia. Gli esemplari in mostra al castello sono circa 350 fra automobili e motocicli. Fra i vip della collezione, spicca appunto un modello di Auto Avio 815 del 1940, la prima vettura costruita da Enzo Ferrari a Modena senza che potesse ancora chiamare così le sue creature a quattro ruote, né dotarle del famoso cavallino rampante. Si tratta del modello che Emilio Storchi detto “Barighin” portò a San Martino in Rio nel 1958, acquistato poi dallo stesso Righini dal Museo del paese reggiano. «L’idea di noi appassionati di motori, compresi gli iscritti ai vari club di auto storiche, è di riuscire ad organizzare alle terme nei prossimi anni un evento molto simile a quello che ci sarà a Padova», conclude Legnaro. «Non vogliamo perderci d’animo, anzi vogliamo rilanciare mettendo le terme al centro dell’attenzione degli appassionati di motori».

I commenti dei lettori