In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Contributi caro-bollette ad Albignasego. Domande entro venerdì, ecco come fare

Il comune ha stanziato una somma complessiva di 100 mila euro, c’è ancora disponibilità per 40 famiglie

Gianni Biasetto
1 minuto di lettura

Scade alle 12 di venerdì il termine per presentare la domanda del contributo che il Comune di Albignasego ha messo a disposizione dei residenti contro il caro bollette.

Le richieste presentate finora sono poco meno di 300, c’è ancora disponibilità per una quarantina di famiglie, nuclei collettivi o singoli, per ricevere il contributo a fondo perduto di 300 euro.

La domanda va presentata online, oppure, per le persone con più di 65 anni, è stata introdotta la possibilità di delega o di presentare la documentazione cartacea in municipio.

Per coloro che hanno difficoltà ad usare il computer, il Comune mette a disposizione il personale dello Sportello Famiglia al numero 049-8627770 il giovedì dalle 16.30 alle ore 18.30 per la compilazione della domanda digitale.

«Il contributo vuole essere un aiuto soprattutto per le persone con più di 65 anni di età e i fragili», afferma l’assessore alle Politiche sociali, Anna Franco. «Possono presentare domanda i cittadini titolari di contratto di fornitura di energia elettrica o gas con tariffa variabile, nonché del conto corrente sul quale sarà accreditato il contributo. L’unità immobiliare a cui si riferiscono le bollette deve essere l’abitazione principale e corrispondere all’indirizzo di residenza del richiedente».

Il comune ha stanziato una somma complessiva di 100 mila euro. Il bando stabilisce che se il nucleo è monoreddito, questo non deve superare i 15 mila euro, con incremento di 10 mila euro per ogni figlio fino ai 25 anni e per ogni componente con più di 65 anni. Se il nucleo ha due o più fonti di reddito, la somma complessiva non deve essere superiore a 25 mila euro, con incremento di 8 mila euro per ogni figlio oltre al primo fino ai 18 anni e per ogni componente con più di 65 anni senza pensione o con pensione sociale minima. 

I commenti dei lettori