In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Al Santo di Padova la messa per il patrono della Guardia di Finanza

La liturgia è stata celebrata dal rettore della basilica padre Antonio Ramina

1 minuto di lettura

Celebrata mercoledì 21 settembre nella Basilica di Sant’Antonio di Padova, la messa per la ricorrenza di San Matteo, patrono della Guardia di Finanza.

Alla liturgia, officiata dal Rettore della Basilica padre Antonio Ramina e dal Cappellano Militare del Comando Regionale Veneto, don Donato Labriola, hanno preso parte il prefetto Raffaele Grassi, il questore Antonio Sbordone, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri Michele Cucuglielli, e il comandante provinciale della Guardia di Finanza Michele Esposito e una significativa rappresentanza di ufficiali, ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri in servizio nella provincia, unitamente a personale in congedo dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, Sezioni di Padova e di Este.

Nella sua omelia a commento del Vangelo, il Rettore della Basilica ha inteso associare il gesto del pubblicano Matteo nel seguire Cristo, quale testimonianza della misericordia che ricrea e ridà vita, al ruolo della Guardia di Finanza di donare speranza e fare chiarezza nell’esercizio della propria missione istituzionale.

.

I commenti dei lettori