Padova, il sindaco Sergio Giordani: «Mi candido presidente della Provincia»

Giordani rompe gli indugi e corre per Palazzo Santo Stefano, c’è l’ok anche di Lega e Fdi per una lista unica nell’ambito di un accordo elettorale

PADOVA. "Me lo ha chiesto anche il centrodestra, per cui io sono a disposizione". Il sindaco di Padova Sergio Giordani, a poche ora dalla partenza per qualche giorno di ferie lancia la sua candidatura come Presidente della Provincia. Forte di un accordo  elettorale ad ottobre Giordani potrebbe essere eletto per il post Fabio Bui. L’accordo tra partiti infatti è di livello veneto e prevede che la coalizione che esprime il capoluogo abbia anche il presidente della Provincia, per cui a Padova è il centrosinistra a dover esprimere un nome. E quello più autorevole appare proprio quello del sindaco del capoluogo. Non è una novità: accade a Venezia dove Brugnaro è presidente della città metropolitana e a Vicenza dove Rucco è Presidente della Provincia. 

"Non sono io che mi candido, mi è stato chiesto ed è ovvio che essendo innamorato io di Padova e di tutta la provincia, sono a disposizione – spiega ancora Giordani – Però da tutto questo deve rimanere fuori la campagna elettorale, perché l'obiettivo dev'essere quello di dare pari dignità a tutti i Comuni della provincia". Sul nome di Giordani c'è l'ok anche di Lega e Fratelli d'Italia, nonostante qualche prevedibile mal di pancia.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Abbiamo provato per voi i Ray Ban Stories a Cortina: ecco come è andata

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi