Contenuto riservato agli abbonati

Il caso nella Bassa padovana: cipolle da 50 a 10 cent al chilo, «Produrle ci costa troppo»

La situazione è ancor più grave a causa dell’aumento del costo dell’energia e dei carburanti, oltre che per la concorrenza dei prodotti esteri, che arrivano da oltre confine ad un prezzo irrisorio

MONTAGNANA. «I costi che sosteniamo per produrre i raccolti non vengono riconosciuti dal mercato e non riusciamo a ricavare alcun guadagno dalle produzioni». Inizia così la denuncia di Confagricoltura Padova, che con il suo segretario di zona, Giovanni Dovigo, spiega i motivi che stanno mettendo sempre più in crisi gli agricoltori della Bassa. In questo periodo dell’anno sono le cipolle ad essere al centro dell’attenzione, con la loro raccolta che sta avvenendo proprio in queste settimane.

I

Video del giorno

Crollo ghiacciaio Marmolada, continuano le ricerche dei dispersi: le immagini dal drone

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi