A Rubàno l’ultimo saluto a Gabriela, una delle due donne uccise da Vasiljevic a Vicenza

(fotoservizio Piran) 

Chiesa gremita di persone per il funerale, c’erano anche il marito e le due figlie, il sindaco della cittadina alle porte di Padova, Sabrina Doni 

RUBANO. Commosso addio nel pomeriggio nella chiesa di Sarmeola di Rubano per Gabriela Serrano: la chiesa era gremita da tantissime persone che hanno voluto salutare la donna così sfortunata, uccisa l'8 giugno barbaramente dal nuovo compagno. Presenti anche il marito e le due figlie.

Il funerale di Gabriela Serrano, uccisa da Vasiljevic a Vicenza

Una miriade di fiori colorati e profumati ha accolto in chiesa la bara di Gabriela, chiara come chiari erano i fiori deposti sopra di essa. Completamente al femminile la rappresentanza delle istituzioni presenti: il sindaco Sabrina Doni e il vicesindaco Stefania Donegà del Comune di Rubano e l'assessore alle Pari opportunità del Comune di Vicenza Valeria Porelli.

Il parroco, don Carlo Cavallin, ha posto l'accento sulle fragilità umane delle persone alla continua ricerca della felicità puntando l'accento anche soffermandosi sugli uomini che spesso, giorno d'oggi, agiscono per grande immaturità.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Crollo ghiacciaio Marmolada, continuano le ricerche dei dispersi: le immagini dal drone

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi