Ecco il docufilm a più voci che racconta le mura della città: «6 Padova»

Realizzato da Matteo Menapace: luoghi e spazi nati per finalità difensive e militari oggi si riscoprono luoghi di cultura, spettacolo, socialità, sport e benessere fisico e anche, perché no, avventura

PADOVA. Dopo l’anteprima del 23 maggio nella gremita sala del cinema Lux, arriva disponibile per tutti e gratuitamente la nuova opera di Matteo Menapace prodotta da Videoe20 con la sceneggiatura dello stesso Menapace e di Fabio Bordignon e Paolo Caratossidis e la direzione della fotografia Luigi Pietro Scantamburlo.

L’opera la trovate qui sotto ma sarà visibile anche tramite il sito www.6padova.it, le pagine facebook di Videoe20.net, del Comitato Mura e degli Amissi del Piovego e sui rispettivi canali Youtube. Dai giorni successivi anche su Padovanet.it e sito del Comitato Mura di Padova (www.muradipadova.it).

Padova, città di mura di acque: lo splendido docufilm di Matteo Menapace

Liberamente ispirato all’opera 6 Venezia dello scomparso Maestro Carlo Mazzacurati. 6 (+1) racconti e punti di vista che hanno come protagoniste le Mura di Padova viste da sette padovane e padovani di nascita e/o adozione, di differenti generazioni, che si raccontano in sette differenti location delle difese storiche della città. Un docufilm che ha l’ambizione di far conoscere questa parte della città sotto diverse angolature e con differenti lenti prospettiche.

Attraverso questo viaggio fuori, dentro, sopra e sotto le mura (ben 11 km di lunghezza) viene attraversata una sfera significativa della padovanità. Un legame con il territorio che viene oggi riscoperto in tutto il suo valore non solo monumentale, ma anche simbolico.

L’opera, che non ha velleità trattazione storica, vuole anzi guardare e raccontare i luoghi delle mura (e delle inscindibili acque che le circondano) con gli occhi dei padovani di oggi per immaginarne il futuro come patrimonio per la Padova di oggi e di domani.

Luoghi e spazi nati per finalità difensive e militari oggi si riscoprono luoghi di cultura, spettacolo, socialità, sport e benessere fisico e anche, perché no, avventura. La crescita della città ha quasi sempre relegato queste strutture e i loro ambiti a margine dimenticato e negletto o al più utilizzato per le più disparate funzioni pubbliche, ma da diversi anni la cornice del centro storico è al centro di una progressiva riscoperta e di un progressivo recupero teso anche a rimarginare le inevitabili cesure prodotte dalla crescita urbana.

Un documentario che sfrutta la tecnologia di ripresa da ogni prospettiva: dal cielo con il drone, dall’acqua, e con la tradizionale camera a mano in un sorprendente percorso che riscopre e mostra anche un mondo ipogeo fatto di camminamenti, cunicoli, casematte, ex bunker sotterranei.

Sei Padova è un percorso attraverso 6 (+1) racconti che guardano alle mura della città non solo come monumento, ma anche come risorsa, ma senza mai dimenticare, anzi mettendola sempre al centro, la consapevolezza e il rispetto verso le conformazioni originali dei luoghi per non alterarne il significato iniziale.

Il documentario è stato prodotto con la preziosa supervisione del Comitato Mura di Padova, degli Amissi del Piovego e di Adriano Menin per l’associazione speleologica ESCA.

Promosso dal vicesindaco Andrea Micalizzi con delega al Parco delle Mura e alla valorizzazione del Sistema Bastionato, è stato registrato tra il 20 ottobre 2021 e il 30 marzo 2022 a Padova. Si è avvalso anche dell’aiuto e partecipazione di: Daniela Veneri, Giacomo Bianchi, Alessandro Campioni, Elena Baldan, Roberto Ragazzoni.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Montalcino, il 'Sì' di Francesca Pascale e Paola Turci: "È una cosa meravigliosa"

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi