Mamma ucraina in fuga dalla guerra ha dato alla luce una bimba ad Abano

Al Policlinico è nata Dina, una bimba che è anche il simbolo della speranza di pace in Ucraina

ABANO. E’ fuggita dalla guerra scoppiata in Ucraina al sesto mese di gravidanza, lasciando gli affetti più cari, la casa, gli amici e il sogno di una vita felice nel suo Paese. Alina, 23enne scappata da Chernivtsi, città a 40 km dal confine con la Romania, ha trovato rifugio in Italia.

E’ ospite degli zii del marito che vivono da anni a Selvazzano e ha potuto partorire serenamente, con tutte le cure del caso, al Policlinico Abano di Abano Terme. Nella struttura sanitaria di piazza Cristoforo Colombo, infatti, ha dato alla luce la bellissima Dina, nata il 19 maggio scorso, una frugoletta di 3 chili e 140 grammi.

«Desidero ringraziare tutta l’équipe dell’Ostetricia e della Neonatologia del Policlinico Abano – ha sottolineato la neomamma – per l’assistenza che mi è stata data e per l’accoglienza che mi è stata riservata. Mi sono trovata come in famiglia. Medici e ostetriche mi hanno rassicurata e mi hanno aiutato a superare le mie paure. Tutto è andato per il meglio e io e la bimba torneremo tra un mese per i controlli”.

Alina ha lasciato l’Ucraina con suo marito Dino all’inizio del conflitto. E’ partita dalla sua città  il 24 febbraio e ci sono voluti tre giorni di viaggio in bus per raggiungere Padova e, finalmente, abbracciare gli zii Petru e Tatyana che hanno dato ai due giovani alloggio e tutta quella serenità per poter affrontare un momento così importante della loro vita coma la nascita della piccola Dina.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Montalcino, il 'Sì' di Francesca Pascale e Paola Turci: "È una cosa meravigliosa"

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi