Contenuto riservato agli abbonati

Cardiologia a Padova, liste d’attesa quasi azzerate. Una nuova sala interventi al Sant’Antonio

Da sinistra la cardiologa Loira Leoni, il professor Sabino Iliceto, il dg Giuseppe Dal Ben, il professor Francesco Tona e la caposala Sara Munaron

A febbraio c’erano oltre 800 casi da recuperare, quasi un terzo riferiti a pazienti gravi: in tre mesi risolto oltre l’80%

PADOVA. Il Covid ha allontanato i cittadini dalle cure ospedaliere e a farne le spese è stato soprattutto chi soffre di patologie cardiache. Ora che la pandemia sta allentando la presa, bisogna fare i conti con le liste di attesa che si sono allungate in maniera drammatica.

La Cardiologia di Padova si è trovata a febbraio con oltre 800 ricoveri da recuperare, di cui quasi un terzo riferiti a casi gravi.

Video del giorno

Maltempo, ecco la violenta grandinata che si è abbattuta su Padova, Selvazzano e Torreglia

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi