Contenuto riservato agli abbonati

Davanti alla Specola a Padova il Cristo mutilato in acqua: «Deturpato come la natura»

Dopo la Madonna dell’acqua lurida arriva l’opera di Toni Rent. Scintille tra i due artisti. Soffiato: «Voleva farsi notare». La replica: «I fiumi sono di tutti»

PADOVA. Tronco Maestro: il fiume dei battesimi al contrario. A distanza di due anni dall’apparizione della “Madonna dell’acqua lurida”, dal tratto fluviale che riflette l’osservatorio della Specola emerge una nuova rappresentazione sacra. “L’ultima tentazione di Kristo”, questo il titolo dell’opera, è una statua rappresentante un Gesù crocefisso di due metri di altezza con il braccio destro mutilato.

A spiegarne il significato è lo stesso artista, Antonio Toffanin, alias Toni Rent: «La scultura è stata interamente realizzata con tronchi raccolti sulle sponde del Bacchiglione che, di fatto, è stato il primo a “metterci le mani”.

Video del giorno

Crollo in Marmolada, il momento in cui la colata di ghiaccio travolge il sentiero

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi