Contenuto riservato agli abbonati

Sui Colli Euganei gli invasi si fanno parco naturale: Bacchiglione, disegno green da 30 milioni

Il rendering di uno dei bacini di laminazione progettato dal Consorzio di bonifica, non solo opera idrogeologica ma anche attrazione naturalistica

Il programma del Consorzio di bonifica sui bacini di laminazione: avranno molteplici funzioni oltre all’accumulo dell’acqua

PADOVA. Non a caso sono stati definiti “multi obiettivo”. Si tratta degli invasi che il Consorzio di bonifica Bacchiglione ha progettato di realizzare nel bacino dei Colli Euganei. Bacini di laminazione per l’accumulo delle acque in grado di svolgere diverse funzioni, apportando significativi benefici a tutta l’area. Una pianificazione da 30 milioni di euro, coerente, da una parte, con gli obiettivi del Piano nazionale per la sicurezza nel settore idrico, dall’altra con quelli del Pnrr, nello specifico in tema di rivoluzione verde, transizione ecologica e tutela del territorio e della risorsa idrica.

Video del giorno

Tragedia in Marmolada, l'esperto spiega l'effetto-scivolo delle acque di fusione

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi