Padova, trasportava a bordo del furgone telai di 10 bici di lusso: arrestato un quarantenne

Trasportava nel furgone i telai di dieci biciclette top di gamma, alcune risultate il bottino di una spaccata avvenuta in provincia di Reggio Emilia, altre di cui si sta ancora accertando la provenienza

PADOVA. Fermato dalla polizia per un controllo, trasportava nel furgone i telai di dieci biciclette top di gamma, alcune risultate il bottino di una spaccata avvenuta in provincia di Reggio Emilia, altre di cui si sta ancora accertando la provenienza. L’uomo, un 42enne serbo residente in provincia di Vicenza, è stato arrestato.
È successo sabato, all’altezza del casello di Padova Ovest. I poliziotti dell’Ufficio prevenzione generale hanno fermato per un controllo un furgone. All’interno del mezzo c’erano diversi sacchi di cellophane nero, completamente sigillati con del nastro adesivo. Dentro alcuni telai ed altri componenti di biciclette sportive come Focus, Giant e Ktm.
Gli accertamenti, eseguiti insieme ai colleghi della Squadra Mobile, hanno permesso alla polizia di accertare la provenienza di almeno tre telai in questione. Si tratta di e-bike e mtb top di gamma del valore di diverse migliaia di euro, provento di un furto avvenuto in provincia di Reggio Emilia.

Era la notte di mercoledì 11 maggio quando un negozio di biciclette di Castelnovo Sotto (Reggio Emilia) subì un furto con spaccata. Sparirono diverse biciclette di valore, tra cui quelle ritrovate nel furgone del 42enne serbo.
Ora la polizia, coordinata dalla Procura, sta facendo una serie di accertamenti per cercare di stabilire la provenienza della restante merce e tentare di risalire agli autori dei furti della stessa e ai luoghi dove sono stati consumati.
Per quanto riguarda il 42enne, la polizia ha esteso la perquisizione anche alla sua abitazione, in provincia di Vicenza. Qui è stato trovato diverso materiale utilizzato per confezionare le biciclette.
Secondo le prime indagini è molto probabile che l’uomo si stesse dirigendo con il furgone carico di telai di bicicletta all’estero. Qui avrebbe destinato le componenti delle bici alla successiva rivendita.
Il 42enne quindi è stato arrestato e si trova ora agli arresti domiciliari nella sua abitazione in provincia di Vicenza in attesa dell’udienza di convalida che è prevista per lunedì mattina.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi